Paura di volare? Puoi superarla grazie al simulatore di volo

«Non è stato sempre così. Prima volare per me era una cosa normale, come andare in auto o sull’autobus.

La mia paura di volare non ha nulla di irrazionale. Tutto ha avuto inizio quando durante un volo abbiamo incontrato una brutta perturbazione.

Il pilota ci aveva avvisato al microfono, le hostess ci avevano fatto allacciare la cintura di sicurezza e da lì avevo intuito che si trattasse di una cosa seria.

L’aereo aveva iniziato a sobbalzare.

Mi erano caduti gli occhiali a terra dalla seduta accanto.

Ero sola nella mia fila.

Provavo a cercare lo sguardo del ragazzo del sedile oltre il corridoio, ma era abbastanza atterrito anche lui.

Rumori indescrivibili mi facevano sobbalzare il cuore tanto che mi pareva di averlo in bocca.

Quando erano scese le mascherine dell’ossigeno avevo già concluso che quello fosse il momento della fine.

Fortunatamente non è stato così, ma da allora non riesco più a prendere un aereo».

Questa è solo una delle tante storie che ci vengono raccontate, una delle tante che abbiamo visto durante i nostri voli di linea e una delle tante esperienze che riportano le persone che vengono a provare il nostro simulatore di volo.

Ma non tutti hanno paura di volare per lo stesso motivo, le cause sono tante, l’obiettivo di superare questa paura, invece, accomuna tutti.

Paura di volare, quali sono le cause

Iniziamo con un po’ di dati: circa l’80% degli italiani ha paura di volare, di questi, solo il 20% lo ammette apertamente e cerca di superare questa fobia.

Le cause sono diverse: un trauma precedente, anche non inerente al volo, presenza di altre paure come l’agorafobia, la claustrofobia, la paura delle altezze, la paura di sentirsi male in volo.

Dalla mia esperienza personale, e faccio il pilota ormai da moltissimi anni con migliaia di ore sulle spalle, ci sono diverse categorie di persone che hanno paura di volare, ma sostanzialmente si possono dividere in due grandi macrocategorie: chi è consapevole della sua fobia e chi no.

Tra le persone che sanno di avere paura ci sono quelle consapevoli di provare paura perché non hanno idea di cosa avvenga realmente nella cabina di pilotaggio, non hanno proprio la più pallida idea di cosa ci sia dietro a un volo; a questa categoria appartengono anche quelle persone che sono rimaste traumatizzate in un volo precedente, come la protagonista della storia iniziale.

Un’altra categoria è composta da persone ansiogene, che magari lo sono diventate in base a eventi particolari come una maternità o paternità che ha capovolto le loro priorità e che dunque possono avere paura durante il volo.

Tra gli individui che non sanno di avere paura, le motivazioni sono le più diverse. Solitamente dipendono da traumi subiti, anche in questo caso potrebbero non essere legati al volo.

La fobia, in queste persone, può generare vere e proprie crisi di panico, l’intervento, in questi casi, è molto più complesso.

Come si supera la paura di volare col simulatore di volo

In molti superano la paura di volare grazie al simulatore di volo. Ma com’è possibile che una “macchina”, un viaggio virtuale, possa far sparire una fobia che, in certi casi, è davvero alienante? Lo spiego brevemente.

Il simulatore di volo consente di vivere un’esperienza in prima persona.

In molti, casi, come detto, la paura è generata dal fatto che non si ha idea di cosa stia accadendo e questa impossibilità al controllo genera ansia. Il simulatore, al contrario, offre un ambiente controllato, ma in grado di simulare qualsiasi situazione, basti pensare che viene utilizzato dai piloti reali durante le sessioni d’addestramento.

Quali sono le situazioni che più spaventano in volo?

Le paure più comuni sono senza dubbio dovute a perturbazioni, con relativi vuoti d’aria e sobbalzi, atterraggio e decollo, che sono due momenti cruciali del volo. L’attesa e l’incapacità di reagire, quindi sostanzialmente un senso di impotenza completano il quadro.

Col simulatore di volo si possono simulare tutte queste situazioni e viverle nei panni del pilota. L’istruttore, sempre presente durante la simulazione, aiuta a superare e affrontare le paure, facendo percepire quello che accade attorno come cose del tutto normali.

Le sessioni al simulatore sono complicate?

Dipende, ci sono vari livelli calibrati in base all’esperienza che si ha col simulatore. Fondamentale, soprattutto per i principianti, sapere che l’istruttore è sempre al tuo fianco non solo per istruirti, ma soprattutto per aiutarti ad avere una diversa percezione della realtà, più sicura e controllabile grazie alla conoscenza delle modalità del volo.

Il simulatore di volo in due parole

Cosa è in definitiva il simulatore di volo? Com’è facile immaginare, il simulatore riproduce la cabina di pilotaggio di un aereo, in particolare del McDonnell Douglas MD-82, l’aereo che ha fatto la storia dell’aviazione civile italiana e mondiale.

Non solo, una buona parte delle componenti sono originali, provengono cioè dalla vera cabina dell’MD 82. In questo modo siamo riusciti a riprodurre fedelmente qualsiasi tipologia di situazione sia in condizioni normali che di emergenza.

Il nostro simulatore è dotato di uno schermo panoramico di 220°, pertanto permette di immergersi completamente negli scenari che il cliente sceglie. Inoltre, abbiamo la possibilità di cambiare le condizioni atmosferiche e operative dell’aeromobile.

Potrai volare su una piattaforma altamente sofisticata e totalmente fedele ai simulatori che vengono utilizzati dai piloti di linea durante il loro addestramento.

Visita la sezione Basic, se non hai mai volato con un simulatore di volo. https://www.flypont.com/basic

Visita la sezione Advanced, se hai già qualche nozione di volo oppure voli con il simulatore di volo da casa. https://www.flypont.com/advanced

Invece, se hai qualche domanda, contattaci su Messenger!

A nome di tutta Flypont Simulators ti aspettiamo!

Com.te Andrea Pontiero